Sede legale: Piazza Repubblica, 19 Fidenza (Parma)

leggi sui trasporti > Leggi e decreti  > La Total compra Maersk Oil

La Total compra Maersk Oil

La A. P. Moller-Maersk (multinazionale danese) ha ceduto al gruppo petrolifero francese le attività di estrazione d’idrocarburi. Transazione da 7,45 miliardi di dollari, attuata tramite scambi azionari e acquisizione di debiti.

L’accordo per cedere a Total la Maersk Oil è stato annunciato il 21 agosto 2017 dall’A.P. Moller-Maersk. Si tratta dell’esito della decisione strategica presa nel 2016 di separare le attività legate all’energia da quelle del trasporto, dove il Gruppo danese possiede la più grande flotta di portacontainer del mondo. Così facendo, la Maersk potrà concentrarsi sul trasporto e sulla logistica. La società, inoltre, spiega che Maersk Oil è la prima delle sue quattro società connesse alle attività energetiche ha subito una “soluzione strutturale”. Le altre tre (Maersk Drilling, Maersk Supply Service e Maersk Tanker) sarà deciso nel 2018.

Con l’accordo firmato nei giorni scorsi, Total rileva l’intera organizzazione di Maersk Oil, il suo portafoglio, i diritti e le obbligazioni. L’attività di maggior interesse della società francese è quella dell’estrazione svolta da A.P. Moller-Maersk nell’area danese del Mare del Nord, dove impiega 15 mila persone e dove ha raggiunto una posizione di primo piano. Maersk Oil ha anche importanti attività nelle estrazioni marittime in territorio britannico e norvegese.

Quindi Total pagherà per Maersk Oil 7,45 miliardi di dollari, cedendo ad A.P. Moller-Maersk 97,5 milioni di proprie azioni (3,76% del totale), per un valore di 4,95 miliardi, in parte rilevando debiti a breve termine di APMM per 2,5 miliardi di dollari. Cosi facendo, Total rafforza le sue attività estrattive nel Mare del Nord. La transazione terminerà nel 2018, dopo l’approvazione da parte delle Autorità Antitrust.