Sede legale: Piazza Repubblica, 19 Fidenza (Parma)

leggi sui trasporti > Leggi e decreti  > Austria: Obbligo del contrassegno ecologico

Austria: Obbligo del contrassegno ecologico

TRASPORTI INTERNAZIONALI

Austria – Obbligo del contrassegno ecologico per veicoli in Tirolo dal 1° maggio 2017

Il “divieto settoriale” di transito per i veicoli di peso complessivo superiore a 7,5 t vigente in Tirolo dal 1° novembre 2016 – nel tratto dell’A12 compreso tra Kufstein e Zirl, in entrambe le direzioni – che esonera sine die i veicoli Euro 6 e gli Euro 5 fino al 30 aprile 2017 – stabilisce che dal 1° maggio 2017 l’appartenenza alla classe Euro dei veicoli dovrà essere dimostrata unicamente mediante un contrassegno ecologico – “Abgasplakette” – e non più attraverso i documenti del veicolo (cfr. circolare n.7.406 del 3 novembre 2016).

Un documento della Camera di commercio austriaca WKO ricorda che la legge nazionale austriaca sulla protezione dell’ambiente per la riduzione delle emissioni che riguarda anche i veicoli commerciali (“Immissionschutzgesetz-Luft IG-L”) stabilisce che in alcune aree del Paese le classi Euro dei veicoli debbano essere identificate mediante contrassegni ecologici (cfr. circolari n. 7.056 del 9 febbraio 2015 e circolare n.6.996 del 1° dicembre 2014).

Dal 1° maggio prossimo, pertanto, tutti i veicoli utilizzati all’interno delle “aree IG-L-ban” (attualmente il divieto riguarda i veicoli di classe Euro 0, 1 e 2) delle classi Euro 3, 4, 5 e 6 devono essere muniti del contrassegno posto sulla parte destra del parabrezza, di colore variabile a seconda della classe Euro del veicolo (giallo Euro 3; verde Euro 4; azzurro Euro 5; viola Euro 6).

Il contrassegno può essere acquistato in Austria solamente presso Enti autorizzati e la classificazione dei veicoli richiede la presentazione di documenti adeguati del veicolo (carta di circolazione, certificato di omologazione, annex CEMT).

In Tirolo, inoltre, vige come noto anche un divieto notturno di circolazione per i mezzi pesanti oltre le 7,5 ton, sullo stesso tratto di autostrada:

– dal 1° maggio al 31 ottobre: dalle ore 22,00 alle ore 05,00;

– dal 1° novembre al 30 aprile: dalle ore 20,00 alle ore 5,00;

– le domeniche ed i giorni festivi – durante l’intero anno – dalle ore 23,00 alle ore 5,00.

I veicoli di classe Euro 6 – esentati dal divieto notturno – dovranno anch’essi essere muniti dal 1° maggio 2017 di contrassegno ecologico.

Invitiamo, pertanto, le imprese aderenti ad acquisire in tempo utile i contrassegni per i propri veicoli impiegati in Austria, al fine di evitare di incorrere nelle sanzioni che prevedono una multa fino a 2.180 euro per la mancanza dello stesso.

I contrassegni identificano con colori diversi i diversi livelli di inquinamento dei veicoli su cui sono esposti: il rosso indica gli Euro 2, il giallo agli Euro 3, il verde agli Euro 4, l’azzurro agli Euro 5 e il viola agli Euro 6. La sanzione prevista per la mancanza esposizione del contrassegno ammonta a 2.180 euro.

 

E’ partito dal 1° gennaio 2015, per i mezzi pesanti in transito nei Länder di Vienna e della parte orientale della Bassa Austria, l’obbligo, di esporre sul parabrezza il contrassegno che individua la classe di inquinamento del veicolo.

Il provvedimento riguarda il transito anche sui tratti autostradali o di superstrada inclusi nel territorio della Sanierungsgebiet, e quindi:

  • la parte terminale della A/2 Südautobahn (che proviene dal confine italiano-Villaco-Graz), la S1 Wiener Außerring Schnellstraße (che collega la A/2 con la A/4, Vösendorf-Schwechat, in direzione della Repubblica Slovacca e dell’Ungheria);
  • la A/4 Ostautobahn (in direzione Budapest e Bratislava), oltre alle A/22 ed A/23.

I contrassegni si possono acquistare presso gli uffici dei locali Automobil Club – Öamtc e Arbo, e le officine di revisione periodica e i punti del Tüv Austria.

Peraltro questa non è la prima limitazione che l’Austria impone per motivi ecologici ad alcune particolari motorizzazioni: anche in Stiria, nelle zone classificate  “Feinstaubsanierungsgebieten” vige il divieto di circolazione degli autocarri di classe Euro 0/1/2 con p.t.t. superiore a 7,5 t.  (compresi tratti delle autostrada A/2 ed A/9), mentre in Tirolo sull’autostrada A/12 vige un analogo divieto di transito per autotreni ed autoarticolati Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 e per veicoli isolati di tipo Euro 0 ed Euro 1.